Come fare una

BOTTIGLIA ANTIZANZARE PER GODERSI IL GIARDINO ANCHE LA SERA

cosa devi sapere

Le zanzare riescono a individuare i loro prelibati bocconcini grazie a un mix di anidride carbonica, calore e umidità corporea.
La bottiglia antizanzare ricreerà artificialmente questa miscela attirando e catturando le zanzare.

cosa ti serve

  • Una bottiglia PET da 2 litri
  • 1 grammo di lievito
  • 200 grammi di acqua calda
  • 50 grammi di zucchero
  • Un vecchio straccio scuro

COSA FARE

Costruire una bottiglia anti-zanzara è semplice ed economico: per la realizzazione di questa trappola è possibile impiegare materiali da riciclo come una semplice bustina PET e ingredienti da cucina (anche scaduti). Ecco come procedere per costruire la trappola:

  1. Con un paio di forbici, tagliate la bottiglia in plastica appena sopra il margine superiore dell’etichetta.
  2. Versate nella base della bottiglia un bicchiere d’acqua con 50 grammi di zucchero.
  3. Aggiungete il lievito.
  4. Prendete la metà superiore della bottiglia. Rimuovete il tappo e capovolgetela inserendola nella base in plastica.
  5. Con un vecchio panno scuro, avvolgete la base della bottiglia. Ancora meglio se impregnate lo straccio con acqua calda. In ogni caso, se non avete uno straccio sacrificabile, potete utilizzare un sacchetto scuro come quelli impiegati per la raccolta della spazzatura indifferenziata.

sapevi che

Curiosità sulle piante anti-zanzare: i gerani profumati sono stati ribattezzati “mosquitaway” proprio per la loro capacità di allontanare zanzare e moscerini. Presentano delle fioriture abbondanti e sono perfetti per balconi e terrazzi. Non aspettatevi miracoli dai gerani profumati che sono più efficaci contro i moscerini. La pianta antizanzara per eccellenza è la catambra, vi basterà pensare che i principi attivi sono estratti per la preparazione di repellenti.